testata

Londra, 03/10/2015

 

20151003 104655

Non saremmo potuti tornare in Italia senza prima vedere la famosissima cattedrale di Canterbury,  ove risiede il fulcro della religione anglicana. Arrivati davanti all'imponente edificio, siamo rimasti impressionati dalla maestosità della cattedrale. Dividendoci in tre gruppi, abbiamo visitato l'interno dell'edificio per poter ammirare da vicino le spettacolari opere che negli anni sono giunte a noi, dalle luminose vetrate alle tombe dei più famosi personaggi inglesi.

vetrata

Terminata la visita alla cattedrale, abbiamo approfittato del tempo libero per acquistare gli ultimi ricordi fra le affollate stradine della città. Grazie a questa esperienza, abbiamo notato quanto sia necessario allontanarsi dalla Londra cosmopolita per vivere le emozioni della Gran Bretagna e quanto, al tempo stesso,sarà difficile allontanarsene definitivamente per tornare alla diversità della vita italiana

Claudio Iannoli e Federica Scopece

 

Londra, 02/10/2015

 

londra20151002

 

Hello Vieste,

È il momento di dire addio all'istituto frequentato per queste tre settimane. Essendo l'ultimo giorno non potevamo non soffermarci sui risultati: abbiamo visto come tutti noi abbiamo superato i nostri livelli di partenza e comunque vada l'esame finale, il nostro inglese è sicuramente migliorato e la nostra sicurezza nell'affrontare nuove sfide come questa. A fine mattinata prima di salutare i professori, abbiamo deciso di scattare una foto ricordo degli ultimi momenti passati nella scuola Inglese.

Ma questo è anche l'ultimo pomeriggio dedicato allo shopping. Avendo l'Istituto a due passi da uno dei quartieri centrali di Londra, abbiamo potuto trascorrere un'ora in più tra i negozi di Piccadilly e Oxford Circus per le ultime compere. A questo punto eravamo pronti a raggiungere uno dei più grandi centri commerciali d'Europa poco distante dal nostro Hotel. In quell'immensa struttura ci siamo imbattuti in innumerevoli negozi senza fine, tanto grandi da essere quasi impossibili da visitare in poche ore. Con la speranza di non avere esaurito tutto il credito disponibile siamo tornati in albergo, dove tutti si sono ritrovati alle prese con le valige da rifare.

E aspettando l'ultimo sabato, un caro saluto da Londra!!

 

Vincenzo Sollecito  4^A  AFM

 

Londra, 01/10/2015

 

Giovedì, 17esimo giorno ormai di questo indimenticabile viaggio, il tempo sembra scorrere troppo in fretta in questa magnifica città. Come di routine ci siamo diretti a scuola in un'affollata metro. Una volta arrivati abbiamo fatto l'ultima importantissima simulazione e alle 13.00. Terminato tutto, soddisfatti e affamati abbiamo pranzato. Alle 14.00 ci siamo immersi di nuovo nell'underground direzione Tower of London, fantastica fortezza di stampo medioevale, al tempo anche prigione per personaggi illustri di sangue reale o di alto rango tra cui la famosa Maria Stuart. Oggi, in essa, sono custoditi anche i Gioielli della Corona, una vera e propria delizia per gli occhi, che rappresentano la punta di diamante della fortezza. Il palazzo centrale e le molteplici torri, testimonianza di un patrimonio storico e culturale incommensurabile, hanno lasciato tutti noi spettatori senza fiato. Giunte le 17.00, e terminata la fantastica visita, siamo tornati in albergo felicissimi della giornata trascorsa.

Un abbraccio ai nostri amici

Emanuela Dimauro e Leo Baldini

 

 

Londra, 30/09/2015

 

Hello Vieste!

Eccoci qui, ad uno degli ultimi giorni da trascorrere a Londra. Come sempre, dopo la colazione, ci avviamo verso la stazione di Stratford per prendere la metro, destinazione Oxford Circus, per poi dirigerci verso la scuola.

Al termine della lezione, prendiamo nuovamente la metro e, dopo una passeggiata sul Millennium Bridge, arriviamo al Globe Theatre.

IMG-20151001-WA0007

Il suo nome è indissolubilmente legato a William Shakespeare, che per anni mise in scena qui i suoi lavori, ed ancora oggi la programmazione comprende in gran parte rappresentazioni delle sue opere.

Il teatro risale al 1599, anno in cui fu terminato, grazie a quattro attori della compagnia The Chamberlain’s Men, uno dei quali era proprio Shakespeare.

Durante una rappresentazione di Henry VIII, il teatro s’incendiò, ma fu subito restaurato, e rimase la sede della compagnia di Shakespeare anche dopo la sua morte, fino al 1642, anno in cui i teatri vennero chiusi per ordine dell’amministrazione puritana che si rafforzò dopo la morte di Elisabetta I.

In seguito l’edificio fu utilizzato come abitazione popolare, finché nel 1949 un attore americano, Sam Wanamaker, dopo averlo visto, commissionò un progetto per ricostruirlo come era un tempo.

La tragedia shakespeariana a noi proposta è stata Riccardo II.

Riccardo II era, innanzitutto, un re. Per essere precisi, fu re d’Inghilterra dal 1367 al 1400. Quindi fu sovrano in un periodo denso di cambiamenti, e soprattutto, in un periodo di passaggio. Si passava, infatti, dal periodo (definito a posteriori) medievale, a un periodo rinascimentale. È ovvio che i cambiamenti storici sono dettati soprattutto da mutati sentimenti, opinioni, concezioni, modi di vita che determinano i grandi periodi storici. Riccardo II vive questo periodo; perciò, probabilmente, il suo potere era piuttosto fragile.

L'interpretazione degli attori è stata magistrale e nonostante il nostro stare in piedi, lo abbiamo veramente apprezzato.
La nostra giornata si è conclusa, come al solito, rientrando in albergo e cenando.

Un caro saluto a Vieste!


Simona

 

Londra, 29/09/2015

 

       IMG-20150930-WA0052  IMG-20150930-WA0054

Ormai abituati alla frenetica routine della vita in metropoli, ci apprestiamo ad iniziare una nuova giornata: solita sveglia alle 7.00, colazione (anche se la macchinetta del caffè, l'unico oggetto che ci ricorda l'Italia, è rotta..) e solito viaggio ai limiti della sopravvivenza in metropolitana (solo dopo averla presa almeno una volta capisci cosa significhi la parola "stretto"!). Finita la lezione, ci ritroviamo, come di consueto, davanti alla stazione di Oxford Circus direzione Madame Tusseaud. Senza nulla togliere ai musei visitati in precedenza, questo è senza dubbio il più interessante. Qui infatti ammiriamo le cere di cantanti, attori, politici, showmen e tanti altri personaggi illustri del passato. L'accuratezza dei dettagli e l'estrema somiglianza delle statue ci hanno fatto immaginare per alcuni secondi di essere realmente accanto a loro: scattare un selfie con personaggi famosi come la regina Elisabetta, Obama, George Clooney è stato molto divertente e ci ha permesso di trascorrere un pomeriggio diverso e soprattutto piacevole.

In più, abbiamo visto un film della Marvel in 4D: semplicemente fantastico.

20150929 210020

Per alcuni si torna in albergo, mentre per gli appassionati di calcio la giornata non finisce qui! Infatti, verso le 19.00, ci dirigiamo verso Craven Cottage, lo stadio di casa del Fulham FC, squadra militante in serie B inglese. In programma infatti c'è la partita tra Fulham e Wolves: viste le premesse (una partita tra 2 squadre di seconda divisione di martedì sera non lascia presagire nulla di che),  l'atmosfera è semplicemente strepitosa. L'organizzazione ed il calore dei tifosi, ci fanno capire l'abisso che c'è tra Italia e Inghilterra, sportivamente parlando. La partita termina 3-0 per i Wolves e stanchi ma soddisfatti della giornata appena terminata ci dirigiamo in hotel. Un nuovo giorno sta per iniziare e purtroppo la fine di questo indimenticabile viaggio si avvicina sempre di più...

Edoardo Papagni e Natale Sicuro

 

Londra, 28/09/2015

 

Oggi è un giorno particolare, in quanto il primo della nostra ultima settimana qui a Londra. È triste pensare che tra sei giorni la nostra avventura avrà fine e faremo ritorno alle nostre famiglie, amici e anche ai tanto "cari" libri di scuola...

La prima parte della giornata è stata come al solito molto frenetica: rabbia verso la sveglia che ti strappa dal sonno alle 6,30 del mattino, colazione veloce e corsa verso la metropolitana. Giunti a Oxford Circus, dove la vita stava esplodendo come al solito a differenza nostra, mezzi addormentati, abbiamo raggiunto la nostra scuola per svolgere le nostre abituali quattro ore di studio, che per fortuna si concludono sempre con un gioco divertente.

      IMG-20150928-WA0147  IMG-20150928-WA0150

Dopo il pranzo, alle 14:00 ci siamo incontrati come di consuetudine davanti alla metropolitana per poi andare al Museum of London. Si tratta di un museo che documenta la storia di Londra dalla preistoria fino ai giorni nostri. Appena entrati, siamo stati accolti da vetrine piene di selci lavorate, teschi di uomini preistorici, punte di lance e pugnali di bronzo, come anche piccoli scudi ed elmetti rudimentali.
Subito dopo siamo passati nella sala dell'epoca romana, in cui erano esposti bassorilievi, oggetti della vita quotidiana, ricostruzioni di campi militari e mosaici. Giunti nella zona della Londra medievale, abbiamo visitato la parte più interessante, riguardante l'invasione dei Normanni, la terribile Peste Nera e il nostro incendio di Londra. È stato molto bello vedere reperti storici che riguardano argomenti affrontati recentemente in letteratura inglese e in storia. Un'altra zona particolare è stata quella rappresentante il periodo della seconda guerra mondiale, dove abbiamo visto un filmato-documentario.
È stato molto interessante e siamo tornati in hotel stanchi ma comunque soddisfatti di aver trascorso un pomeriggio istruttivo e piacevole.


Sara Calderisi

 

Londra, 27/09/2015

Hi Vieste!

Siamo giunti al termine di questa seconda settimana, il tempo sta volando e non riusciamo ancora a credere che tra solo 7 giorni saremo di nuovo a casa, con le nostre ordinarie abitudini.
Dopo la magnifica serata di ieri, trascorsa passeggiando lungo il Tower Bridge, il nostro weekend si è concluso con una "Domenica relax".

Dopo aver riposato, abbiamo iniziato la nostra giornata visitando la cattedrale di St. Paul e partecipando alla Santa Messa. Appena entrati abbiamo subito notato la maestosità della chiesa, l'architettura e le decorazioni; ma la cosa più sorprendente è stata assistere ad una celebrazione diversa da quella a cui siamo abituati, infatti la chiesa, nonostante accettasse ogni tipo di fede, era anglicana.

Una delle cose che ci ha sorpresi è stato sicuramente il coro, formato da bambini e adulti che, senza microfono, riuscivano a far sentire la loro voce in tutta l'immensa cattedrale. Inoltre, siamo rimasti colpiti dalle sacerdotesse che celebravano l'eucarestia insieme agli uomini. Infine, un momento molto interessante è stato quello del segno della pace, dove abbiamo potuto notare le coppie di sposi scambiarsi la pace dandosi un bacio sulle labbra.

20150927

Successivamente, ci siamo spostati a Cambden Town, uno dei quartieri più caratteristici di Londra, dove abbiamo potuto visitare i mercatini.

Infine, nel primo pomeriggio, ci siamo incamminati verso un parco, chiamato Hampstead Heath, dove i nostri ragazzi hanno improvvisato una partita di calcio Liceo-I.T.C., e dopo un primo tempo in vantaggio del Liceo, la partita si è conclusa con la vittoria dell'I.T.C.

Questa esperienza si rivela ogni giorno migliore, e possiamo dire che vedendo Londra, abbiamo visto tutta la vita che il mondo può presentare.

Un saluto dall'Inghilterra.

Alessia e Rossella

Londra, 26/09/2015

20150925 1

THE WEEK-END STARTED!
Per il secondo sabato consecutivo,l'uggiosa Londra si mostra a noi radiosa e mite. Dopo la ricca e gustosa english breakfast siamo pronti a partire,destinazione: CAMBRIDGE.
Quest'ultima,non molto lontana da Londra,è una cittadina situata nella parte orientale dell'Inghilterra
Offre ai visitatori la possibilità di effettuare un'escursione in canoa sul fiume che la attraversa, il Cam. Rilassante osservare la flora e la fauna intersecarsi alla perfezione con le sorprendenti infrastrutture: ponti,sentieri da passeggio e soprattutto i numerosi college,frequentati da personaggi del calibro di Isaac Newton,Douglas Adams e Stephen Hawking.
Dopo la pausa pranzo ci siamo aggirati nelle viottole della città. Ai nostri occhi si sono presentate numerose chiese in stile gotico,parchi ed un'infinità di mercatini capaci di vivacizzare ed attrarre turisti provenienti da tutta l'Europa.
Finalmente in serata abbiamo potuto ammirare lo skyline londinese direttamente dal Tower Bridge.

20150925 composizione

Infine,costantemente accompagnati dalle hit del momento,ci siamo incamminati verso Stratford per metterci a letto ed apprendere che sarebbe difficile per noi riuscire anche a sognare una giornata migliore di questa!

Cecilia Pagano e Roberta Di Nunzio

 

Londra, 25/09/2015

201509251

Ore 6:35,

parte una sveglia diversa dal solito, l'allarme antincendio suona all'impazzata in tutte le camere. Tutti ancora sonnolenti scendiamo giù nella hall, punto di ritrovo in caso di questi allarmi. Si scopre dopo 10 abbondanti minuti che era semplicemente una prova. Saliamo di nuovo nelle nostre rispettive camere per iniziare questa giornata, cominciata in un modo particolare. Alle 8.00 partiamo come ogni giorno con la nostra amata Undergroung, aspettiamo le solite 9 fermate e arriviamo nella meravigliosa Oxford Circus. Alle 9.00 entriamo in classe e  iniziamo la nostra lezione per 4 ore di intenso studio. Alle ore 13.00 tutti affamati ci dividiamo e andiamo a mangiare nei vari ristoranti. Alle 14.00 ci ritroviamo tutti e ci dividiamo in due gruppi: uno diretto all'Hide Park e un altro diretto a Stamford Bridge.

Il primo gruppo, incluso io,ci avviamo facendo una bella passeggiata verso Hide Park. Dopo all'incirca 10 minuti troviamo dinanzi a noi un enorme distesa verde con tanti alberi di diverse forme e colori. Dopo essere entrati,subito prendiamo posto nell'immenso prato e ci godiamo la bellissima brezza e il tanto amato e raro sole di questa fantastica città. Il verde intorno a noi,il calore del sole e l'atmosfera di pacatezza e relax che solo questi prati sanno trasmettere iniziamo a divertirci mettendo un po' di musica che subito pompava nelle nostre vene una voglia irrefrenabile di ballare. Così, sfruttando lo spazio a noi disponibile, ci cimentiamo in qualche balletto, cosa molto gradita dai nostri vicini nel parco che subito ci hanno ripresi con il loro smartphone. La vita qui sembra essere come un film.

Camminando lungo i viali puoi osservare qualsiasi tipo di cosa meravigliosa che la natura possa riservare all'uomo. La cosa tanto amata soprattutto da noi giovani viestani sono quei fantastici scoiattoli che corrono rapidissimi nei viali in cerca di qualcosa da mangiare. Lungo il cammino troviamo davanti a noi un bellissimo lago che collega l'Hide Park con Kensinghton Garden, nel quale abbiamo ammirato dei meravigliosi cigni che nuotavano nel lago. Il secondo gruppo parte alla volta di Fulham Broadway: direzione Stamford Bridge (Casa del Chelsea F.C., una tra le tante squadre di Londra, e tra le più titolate a livello nazionale ed europeo).

201509252 

Arrivati a destinazione, iniziamo ad esplorare un'altra parte della metropoli inglese: prima visitiamo lo Stamford Bridge, e poi il Craven Cottage (stadio del Fulham F.C., altra compagine Londinese). Proprio al Craven Cottage decidiamo di comprare il biglietto per assistere al match in programma martedì 29, tra il Fulham, appunto, e il Wolverhampton. Infine, nel tentativo di raggiungere il primo gruppo all'Hyde Park, ci dividiamo in due squadre (Liceo contro I.T.E.) e giochiamo a calcio in uno dei parchi più belli di Londra.

Dopo una lunga e piacevole giornata ritorniamo nel nostro albergo e dopo la cena ci godiamo il meritato riposo.

Frank Carella e Michele Ruggieri.

Londra, 24/09/2015

 20150924 170310

Good morning Vieste!

Our day started as always but a surprise came out suddenly : An unexpected mock test  was waiting for us on our desks and guess our surprise when we saw it still tired because of the metro... But we survived,and we were about to start a brand new afternoon: The London Eye was our next destination.

20150923

Not even the time to get on the facility that we had to catch the moving cell, possibly without falling into the Thames.
Thanks to God we did it and our ride was now beginning.

The emotion of having the Big Ben under your feet and see ant-sized people is uncomperable and not even the rain succeeded in ruining our experience.

Then we got back to the hotel ,not without troubles due to the tube.

We hope that everybody there is fine ,we are OK! Stressed because of the study but OK!

See you guys !

 

Vincenzo Vescera

Gianni Ruggieri

 

Iscrizioni online

Formazione Docenti

Pubblicità legale

Area riservata